Mio figlio è un cyberbullo

Mio figlio è un cyberbullo.

Pensare quest’affermazione è un passo enorme per il genitore e per il ragazzo. Non credere che il virtuale non sia reale, prendere atto dell’esistenza del problema è il momento in cui una soluzione si può intravedere.Non negare.

Il cyberbullo è un ragazzo in un momento di crescità, è un ragazzo che ha bisogno di aiuto per essere accompagnato in queste fasi più degli altri. I suo atti, illegali, sono un chiaro segnale che non deve essere ignorato. Sono delle richieste di attenzione.

Cosa può fare il genitore? Prendere coscenza è il primo passo, dialogare con le autorità che lo hanno contattato, dall’educatore alla polizia postale, il seguito. Capire che esiste una strategia educativa, e impegnarsi per applicarla, instaurare un dialogo con il figlio sono il resto.

Tre saranno i campi in cui si dovrà lavorare: l’educazione affettiva, la comunicazione e i bisogni del ragazzo.

Seguimi su facebook e su twitter

Annunci
Mio figlio è un cyberbullo

3 pensieri su “Mio figlio è un cyberbullo

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...